News 10/01/2017

Il Mondo è vicino

Il direttore commerciale Mario Malavasi analizza gli eventi più significativi per Elektra nel 2106.

Già dagli anni ’50 il lavoro di Elektra viene apprezzato anche fuori dall’Italia. Parte del nostro successo all’estero credo sia dovuto all’attitudine dell’azienda verso dialogo con le altre culture. Se a questo si associa la sua capacità di trovare soluzioni a richieste complesse provenienti da tutto il mondo, si comprende come anche per il 2016 più dell’80% del nostro fatturato provenga dai paesi esteri.

E proprio all’estero anche quest’anno si sono concentrate le nostre maggiori energie commerciali. Primo fra tutti il Road Show in Cina. Sei mesi di preparazione, un mese di trasferta e un partner molto professionale che ha organizzato perfettamente un programma davvero complesso. Elektra ha affrontato il mercato cinese con la stessa cura del dettaglio e l’amore per la perfezione con cui costruisce le sue macchine. I successi non arrivano mai per caso! La missione commerciale in Cina ha fatto tappa in 12 diverse città, Shanghai, HangZhou, Xiamen, Chengdu, Guangzhou, Xi’an, Wuhan, Ji’nan, Taiyuan, Changchun, Shenyang, Tianjin. Contemporaneamente Elektra era anche presente alle fiere di Hotelex a Shanghai e Cafè Expo a Wuhan. Due rassegne importanti e frequentate, dove le nostre macchine sono state molto ammirate. A Wuhan in particolare, Elektra era lo sponsor di una gara di baristi ed è stata una bella gratificazione vedere dei professionisti sfruttare le nostre macchine al meglio del loro potenziale e poi venire a congratularsi per la loro efficienza ed ergonomia.
L’ingresso nel nostro gruppo di lavoro di Filippo Di Remigio, cui abbiamo destinato i paesi di lingua tedesca, ha prodotto effetti notevolmente benefici. In Germania ad esempio abbiamo lavorato al consolidamento della rete di vendita esistente e iniziato nuove promettenti partnership nelle aree non presidiate, sia in Austria sia in Germania . Entro il 2017 contiamo di aprire anche un piccolo punto attrezzato Elektra in Germania, dove presentare le nostre macchine e fornire un’assistenza commerciale ai nostri clienti.

Estremamente stimolante è anche il progetto 2GO. La prima macchina a capsule con gruppo professionale che Elektra ha realizzato per soddisfare un nuovo segmento di mercato ormai di dimensioni significative. La cultura dell’espresso da qualche tempo è riuscita ad evadere dalla ristretta cerchia dei bar e ristoranti ed è sconfinata in molte altre situazioni definite “basso consumanti”. Il fatto che i consumi siano ridotti tuttavia non significa che debbano anche essere di bassa qualità. Ecco quindi che 2GO offre a realtà come i B&B, i coffe corner aziendali, le aziende di catering, i piccoli esercenti e naturalmente anche ai privati più esigenti un caffè in tazza paragonabile all’espresso da bar.

Naturalmente anche nel 2016 la nostra presenza a tutte le più significative fiere di settore organizzate in Europa, Asia e America è stata garantita da una cooperazione con i nostri importatori.
Questo impegno sarà ribadito e rinforzato nel 2017 perché per noi rappresenta un raro e prezioso momento di confronto con gli utilizzatori del nostro prodotto. I loro pareri e i tanti suggerimenti sono uno dei propellenti migliori per la nostra evoluzione.

Concludo la mia analisi con una nota di dolce soddisfazione dedicata ad INDIE, un prodotto ardito e molto sofisticato che ormai da tempo è installato e lavora con riscontri entusiastici in America, Corea, Cina, Europa e Australia. La bella notizia è che entro il primo semestre del 2017 sarà disponibile anche la INDIE 3 gruppi. Sarà mia cura tenervi aggiornati e nel frattempo vi auguro di trascorrere delle buone feste e tutto il meglio per il 2017